Formula 1, Massa fiducioso per Monza: “E’ la corsa di casa Ferrari”. Intanto è confermato il Gp della Corea del Sud il prossimo 24 ottobre

di Moreno Commenta

Questa di Budapest è una pista speciale per me, lo è diventata dopo l’incidente dell’anno scorso, ma qui mi amano e sono contento che i tifosi siano felici di vedermi“. Felipe Massa torna all’Hungaroring per i Ferrari Racing Days e sottolineando per l’ennesima volta che Budapest gli trasmette sempre emozioni particolari. “Fa un certo effetto rivedere la gente che mi ha aiutato a uscire dalla vettura dopo il mio incidente, così come vedere il dottore che mi ha operato. Quando sono qui vado a mangiare sempre con lui – spiega Massa in un’intervista rilasciata a Sky Sport 24 -. Queste sono le cose più emozionanti, la pista non mi fa particolarmente effetto“. Budapest però è il passato: domenica prossima è in calendario a Monza il Gp d’Italia. “Quella di Monza è un gara molto importante per noi, la corsa di casa per la Ferrari, ma anche per me. Sicuramente confidiamo di essere più competitivi rispetto a Spa, a Monza andrà meglio. Io e Alonso speriamo di fare più punti possibili, ora avremo due gare importanti e speriamo di far bene“. Massa poi ritorna sulla gara di Spa e alla sua presunta falsa partenza: la parte anteriore della sua vettura era posizionata in avanti rispetto alla linea del via. “Non sono partito prima degli altri, ero un pò più avanti, ma io non me ne sono reso conto e non so perchè il tutto sia stato visto dopo“. Ultima battuta sul calcio, il suo Milan ha comprato Ibrahimovic e Robinho e fa sognare i tifosi come lui. “La società ha fatto buoni acquisti e io non vedo l’ora che si torni a giocare, anche perchè la prima partita è stata molto bella“.

Gp della Corea del Sud ok – Intanto è arrivata proprio oggi la conferma che il nuovo GP della Corea del Sud di Formula 1, in programma il prossimo 24 ottobre, si correrà regolarmente. Lo hanno assicurato gli organizzatori, secondo i quali il circuito di Yeongam sarà pronto giusto in tempo per ottenere l’ispezione definitiva della Fia prevista a fine mese. “Abbiamo fatto più del novanta per cento dei lavori sul circuito: il GP sarà un successo, tra 50 giorni si assisterà a un momento storico”, ha garantito il responsabile Chung Yung-cho. Alcune tribune però non sono ancora provviste di sedili, parcheggi e strade d’accesso sono ancora in costruzione e ci sono alcuni punti in cui la pista non è ancora completata: un quadro che fino a poche ore fa, aveva fatto temere sulla reale possibilita’ di veder sfrecciare le monoposto tra un mese e mezzo. L’indiano Karun Chandhok, pilota della scuderia Hispania, ha comunque potuto testare la pista a volante di una Red Bull, giudicandola “piuttosto interessante. Non è ancora finita, ma nell’insieme va”. Anche Ecclestone ha confermato. “Ci sono dei problemi ma crediamo che la gara possa farsi. Il circuito è pronto ma come per tutte le costruzioni manca ancora qualcosa. Magari dovremo montare qualche tenda”, ha scherzato il patron del circus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>