Giugiaro Parcour, esordio da star a Ginevra

di Gtuzzi Commenta

Ecco che l’edizione 2013 del Salone di Ginevra ha preso il via e ItalDesign Giugiaro può finalmente celebrare i suoi primi 45 anni di vita, svelando in anteprima mondiale la nuova Parcour: si tratta di un’auto sportiva GT con struttura a due posti, che rinnova notevolmente il significato di vettura sportiva.

giugiaro parcour salone ginevra 2013 presentazione
Il nome, per tutti gli appassionati del genere, è stato ripreso da una disciplina che è stata creata in Francia intorno agli anni ’80 ed è sinonimo di grande facilità di spostamento, sia per quanto riguarda la velocità che sotto il profilo della sicurezza. La nuova Giugiaro Parcour presenta delle linee piuttosto sinuose e sportive, oltre al fatto di poter contare su una struttura piuttosto robusta: insomma, è un vero e proprio mix tra dinamicità, sportività ed eleganza.

 

 

giugiaro parcour salone ginevra 2013 presentazione

COLORE ROSSO GIUGIARO

La nuova Giugiaro Parcour è stata sviluppata con due materiali interessanti come l’alluminio e la fibra di carbonio, con una colorazione Rosso Giugiaro che ormai è un pezzo forte delle auto firmate da questo marchio di design italiano. Tra le più curiose peculiarità di questa nuova supercar che è stata svelata durante la prima giornata del Salone di Ginevra, dedicata alla stampa, troviamo anche il propulsore che si può perfettamente vedere sotto il cofano realizzato in vetro, infilato all’interno di una struttura realizzata in carbonio.

MOTORE V10 DA 5,12 LITRI

Dal punto di vista tecnico, il motore della nuova Giugiaro Parcour è stato collocata in posizione centrale nella parte posteriore della vettura: a dare la spinta a questa nuova supercar troviamo un propulsore Lamborghini V10 da 5,12 litri, che è in grado di sprigionare una potenza complessiva pari a 550 cavalli e permette di effettuare uno sprint da 0 a 100 km/h in soli 3,6 secondi.
Come dicevamo in precedenza, la nuova Parcour non è solamente potente, ma è anche molto versatile, dal momento che può contare sulla trazione integrale e su un sistema di sospensioni del tutto innovativo, oltre ovviamente a ben quattro modalità di guida diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>