Mercedes-Benz CLS Shooting Brake, la prova di UltimoGiro

di Giuseppe Benevento 2

Continuano le prove su strada di UltimoGiro. Questa volta parliamo di un’automobile da ben 525 CV con una caratteristica particolare. Tanta potenza è sotto il cofano di una station wagon. Non una qualsiasi. Parliamo infatti di una Mercedes-Benz, sinonimo di comodità ed eleganza.
Mercedes-Benz CLS 63 AMG Shooting Brake, prova test drive - UltimoGiro.com
La vettura in questione è la nuova CLS 63 AMG Shooting Brake, modello (la più comune CLS non AMG) con cui la casa di Stoccarda ha intenzione di rilanciare il segmento station wagon per il quale crede in una risposta diretta ed importante da parte del mercato.

La nostra prova si è svolta in Toscana, principalmente sulle strade della regione del Chianti. Un percorso tra Firenze e le campagne senesi. Un luogo suggestivo in cui abbiamo potuto far risuonare il motore della nuova Mercedes.

Caratteristiche della nuova CLS Shooting Brake

La casa di Stoccarda ha previsto sette varianti più una della nuova CLS Shooting Brake. Le prime sette sono delle automobili “normali” dai 204 CV fino ai 525 CV per la più spinta 63 AMG che abbiamo avuto modo di provare. La CLS 63 AMG Shooting Brake Edition 1, e cioè la prima sfornata che si andrà ad aggiungere ai sette modelli come edizione unica, è una versione dalla potenza incrementata che monta sotto il cofano un motore da 5461 cm3 (come la versione da noi provata) per una potenza nominale di 557 CV.

La CLS Shooting Brake rappresenta perfettamente il segmento delle Station Wagon con i suoi 4956 mm che diventano 5 metri tondi nelle versioni AMG. Per tutte le versioni è previsto un cambio automatico a sette rapporti che per la versione da noi provata (e per la Edition 1) è di tipo SPEEDSHIFT MCT AMG sul quale spenderemo qualche parola più avanti.

Le velocità massime vanno dai 235 Km/h della versione “entry level” (CLS 250 CDI BlueEFFICIENCY Shooting Brake) ai 250 Km/h di tutte le altre versioni, AMG comprese. Ma le differenze si sentono in accelerazione. Si passa, a seconda delle versione, dai più “alti” 7,8 secondi per l’accelerazione 0-100 Km/h della CLS 250 Shooting Brake ai 4,4 secondi della CLS 63 AMG Shooting Brake (4,3 secondi per la Edition 1). Velocità e soprattutto accelerazioni non da poco per il tipo di vettura che necessitano di accortezze durate la guida.

Inutile, o quasi, dissertare sui dispositivi di sicurezza presenti su questa super station wagon per i quali vi rimandiamo al sito della casa di Stoccarda. Parliamo, infatti, di Mercedes-Benz, leader per quel che riguarda l’innovazione dei dispositivi per la sicurezza degli ospiti dell’abitacolo, oltre che del confort offerto all’interno dello stesso.

Il design della nuova CLS Shooting Brake

Le linee della nuova CLS Shooting Brake richiamano il classico stile Mercedes-Benz, non senza portare però dei dettagli di gran classe (e lusso), soprattutto per quel che riguarda gli interni. La vettura provata è più di un’automobile. È un vero e proprio salotto su quattro ruote. Estremamente comoda, soprattutto grazie ai sedili che si adattano allo stile di guida per mantenere gli ospiti della parte anteriore dell’abitacolo sempre ben fermi.

Mercedes-Benz CLS 63 AMG Shooting Brake, prova test drive (particolare del posto guida) - UltimoGiro.com
Nella versione provata non poteva mancare il volante “tagliato” tipico elemento delle automobili dalle caratteristiche sportive. Un connubio quasi perfetto quello realizzato dal team AMG sulla CLS. Sportività unita alla classe ed eleganza della CLS Shooting Brake in cui la casa di Stoccarda ha voluto far rivivere un’idea di automobile nata negli anni ’60.

Mercedes-Benz CLS 63 AMG Shooting Brake, prova test drive (particolare degli scarichi con logo AMG) - UltimoGiro.com
Il marchio AMG, poi, trionfa ovunque sulla e nella vettura ricordando sempre al conducente ed ai suoi ospiti il tipo di vettura e motorizzazione. Ritroviamo l’indicazione AMG, ad esempio, sul portellone posteriore, sul cambio, sul motore, sui cerchi, sulle pinze dei freni.

Mercedes-Benz CLS 63 AMG Shooting Brake, prova test drive (particolare di un tweeter Bang Olufsen) - UltimoGiro.com
Internamente non mancano delle chicche. Una è quella della possibilità di dotare la vettura di un impianto BeoSound AMG di Bang & Olufsen con amplificatore DSP a 16 canali e amplificatore ICEpower in abbinamento a 14 altoparlanti high-end. Non passano certo inosservati i due tweeter anteriori il cui design rende questi ultimi rendendoli all’altezza dei prodotti dell’azienda danese specializzata nelle apparecchiature audio ad alta definizione.

A rendere la CLS Shooting Brake un salotto in movimento ci sono anche la radio digitale (DAB), l’impipando audiovisivo con player DVD per gli ospiti del sedile posteriore, il sintonizzatore TV per la ricezione dei canali digitali, la possibilità di collegamenti di device tramite porta USB e tanto altro ancora. Manca, per il momento, l’integrazione di Apple Siri il cui debutto è avvenuto sulla nuova Classe A.

Mercedes-Benz CLS 63 AMG Shooting Brake, prova test drive (particolare del bagaglia con pianale in ciliegio americano) - UltimoGiro.com
Infine, il dettaglio (opzionale) del bagagliaio. Un costoso bagagliaio con il pianale in legno di ciliegio americano che ricorda le linee delle imbarcazioni Riva. Un dettaglio di classe per l’incredibilmente spazioso bagagliaio che però, come spesso accade per le cose più belle, necessità di una cura estrema per evitare che l’usura e l’inaccuratezza ne sminuiscano la bellezza. Sebbene stupendo da vedere, questo dettaglio forse non è propriamente adatto per quella parte dell’automobile in cui si stipano i bagagli. Nella CLS 63 AMG Shooting Brake, ad esempio, presumibilmente un test driver aveva già segnato il pianale. Anche se i bagagli possono essere bloccati in questa vettura, ci sembra quanto mai improbabile che una famiglia in viaggio riesca a posizionare valige, borsoni, trolley ed affini in modo tale da non segnare (nel vero senso della parole) questo bellissimo e costosissimo dettaglio opzionale (parliamo di un optional di € 5136,00) che Mercedes-Benz ha introdotto su questa vettua.

Queste solo alcune delle caratteristiche “estetiche” della nuova CLS Shooting Brake. Vediamo adesso le nostre impressioni sulla vettura.

L’esperienza di guida con la nuova CLS Shooting Brake

Iniziamo col dire che, per quanto il percorso individuato dal gruppo Mercedes-Benz fosse suggestivo, non era forse il più adatto per provare un’automobile da 525 CV a causa dei molti autovelox (tanti dei quali con limiti massimi di 50 Km/h o inferiori) posizionati sulle strade. Ciononostante, in alcuni tratti, abbiamo potuto provare a “divertirci” col salotto mobile di Stoccarda.

I punti di forza sono sicuramente la comodità durante la guida e l’accelerazione (seppure il pedale dell’acceleratore non restituisca velocemente la potenza richiesta dalla pressione). Basta davvero poco per trovarsi, in terza marcia, a 180 Km/h e non accorgersi della velocità. Un’ottima insonorizzazione, vibrazioni pressoché assenti ed una tenuta più che buona sull’asfalto ben steso potrebbero distogliere il conducente dalle velocità raggiunte. La spaziosità e la comodità la rendo quasi perfetta come automobile per la famiglia che viaggia spesso sulle quattro ruote gommate.

C’è qualcosa, però, che non ci ha convinti della versione provata. Per non sacrificare la comodità degli ospiti dell’abitacolo, sono state tralasciate le prestazioni che, per una AMG da molto ben oltre gli € 150000 (il costo della versione provata) non è certo una cosa buona.

Partiamo dal cambio marcia. Anche se si cambia verso le marce più alte al giusto numero di giri, la cambiata è molto lenta. Una scelta simile riduce il “contraccolpo” della cambiata garantendo il maggior comfort possibile per gli ospiti dell’abitacolo, ma questa carenza si sente davvero molto durante le scalate. La risposta lenta non aiuta la vettura a frenare anche con l’uso del motore rendendo le staccate imprecise soprattutto negli ingressi di curva. L’aiuto delle scalate e del motore si rende necessario a causa della grande potenza della vettura. L’impianto frenante, infatti, ci è sembrato avere una risposta non ottimale per i 525 CV della CLS 63 AMG Shooting Brake. Pertanto riteniamo che sia sicuramente necessario prendere in considerazione la scelta dell’impianto frenante ad alte prestazioni Carbon-ceramic AMG non presente sulla nostra vettura di prova e per il quale sono necessari altri € 11616,00 (parliamo infatti di un optional).

La tenuta di strada è ottima se ci si trova in autostrada. Diversamente, secondo le nostre impressioni, su asfalto sconnesso o comunque non ben mantenuto quando si viaggia ad alte velocità. Il volante, estremamente morbido, risulta un po’ difficile da mantenere fermo quando l’asfalto non è steso perfettamente. Per rimanere in tema, il clacson, come molte delle autovetture odierne (anche di altre case e segmenti), è davvero duro da premere e necessità che si stacchi una mano dallo stesso volante per essere premuto diminuendo la capacità di governo della vettura da parte del conducente.

Conclusioni e prezzi della nuova CLS Shooting Brake

La nuova Mercedes-Benz CLS Shooting Brake, quale che sia la motorizzazione, è senza dubbio, ci teniamo a ribadirlo, la naturale estensione del salotto di casa. Una vettura che fa di eleganza e comodità i suoi punti di forza. Il tutto senza dimenticare la sicurezza che, forse, è la caratteristica principale delle Mercedes-Benz. Spaziosa e tecnologicamente avanzata, è la scelta perfetta per chi ama le station wagon di design. Si, di design, perché le linee di questa automobile ridisegnano il concetto di station wagon trasformandolo da sinonimo di lungo e spazioso in comodo, bello da vedere ed anche aggressivo. Il diretto competitor della casa di Stoccarda avrà sicuramente del lavoro da fare per tenere il passo.

Infine, i prezzi. Il punto dolente in un periodo di crisi come questo. Si parte da € 65954,00 per la versione entry level (CLS 250 CDI BlueEFFICIENCY Shooting Brake) fino ad arrivare agli € 143682,00 della versione top di gamma (CLS 63 AMG Performance Shooting Brake). Prezzi che non includono, ovviamente, gli optional e che possono far lievitare non di poco la spesa finale. Sicuramente per nulla popolari, ma che rispecchiano la qualità delle dotazioni della vettura.

A seguire, infine, un video girato con l’autovettura provata in cui potrete apprezzare il ruggito del motore AMG e la galleria fotografica.

Commenti (2)

  1. Mi piacerebbe provala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>