Nuova Opel Astra berlina foto spia

di Gtuzzi Commenta

La nuova Opel Astra Berlina dovrebbe trovare spazio sul mercato già a partire dagli ultimi mesi di quest’anno: le nuove foto spia che sono state diffuse permettono di capire meglio quali siano le più importanti modifiche che sono state operate sulla nuova auto.
L’esordio della Opel Astra OPC, che rappresenta la variante sportiva della GTC è giunto nel corso dell’ultima edizione del Salone di Ginevra 2012, ma i tecnici Opel sono già al lavoro per completare lo sviluppo della nuova Berlina che potrebbe già essere lanciata sul mercato verso la fine del 2012.


NUOVE FOTO SPIA. Al momento ci sono numerosi dubbi sul fatto che venga lanciata in commercio anche sul mercato italiano, sopratutto per via del fatto che, in un paese come il nostro, spesso si preferisce puntare su berline appartenenti a segmenti superiori.
Le nuove foto spia che riguardano la Opel Astra berlina ci permettono di comprendere come la vettura si caratterizzata da un leggero terzo volume a livello posteriore, che non va però ad incidere negativamente sull’aggressività dell’hatchback da cui è stata sviluppata.

DETTAGLI IN COMUNE CON LA OPEL INSIGNIA BERLINA. Senza ombra di dubbio, possiamo rinvenire numerosi dettagli che ci portano a pensare che la nuova Opel Astra berlina abbia numerose caratteristiche in comune con la Opel Insignia berlina: ad esempio, la forma dei montanti posteriori, ma anche del lunotto e del portellone.
Una delle più interessanti novità sulla nuova Opel Astra berlina è sicuramente rappresentata dal frontale leggermente modificato, con un’innovativa mascherina centrale e una nuova fascia che caratterizza il paraurti anteriore. La nuova Opel Astra berlina sfrutterà le medesime motorizzazioni che caratterizzano le altre versione della medesima famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>