Red Bull meglio dello scorso anno, i piloti credono nella rinascita

di Alba D'Alberto 1

La Red Bull con i suoi piloti arriva a Melbourne carica di fiducia. Il più carico è Ricciardo che è diventato da tempo il beniamino degli australiani. La squadra in questione l’anno scorso ha avuto diversi problemi ma adesso dal punto di vista mentale e motoristico sembra rinata. 

Photo4_s.r.l._757230

La Red Bull ha messo da parte un buon numero di chilometri durante i test invernali del 2016 e così il team adesso sa di aver rispettato il programma previsto. I piloti sono fiduciosi e non vedono l’ora di cominciare l’avventura in campionato. Il primo a parlare è Ricciardo che affronta carico di entusiasmo la sua gara preferita, quella di Melbourne. E non solo perché corre in casa. Racconta il pilota:

“Personalmente, la cosa che preferisco del Gran Premio d’Australia sono prima di tutto gli appassionati. Sono impressionanti, ogni giorno che scendiamo in pista riceviamo un grande saluto da tutti e sono super entusiasti, è figo! La pista è divertente, amo i circuiti cittadini e per me Melbourne ha davvero un buon ritmo, buone combinazioni d’angolo, un sacco di sinistra/destra… non sono un grande fan dell’inverno europeo, quindi tornare in Australia, non sol per correre, ma anche per qualche raggio di sole è grandioso, così come ascoltare l’accento australiano, mangiare cibo locale e vivere lo stile di vita dell’estate. Non c’è davvero molto di cui lamentarsi!”.

Anche Kvyat non si lamenta e infatti ribadisce:

“Credo che rispetto allo stesso periodo dello scorso anno io mi senta molto più sicuro e a mio agio con la squadra, conosco tutti molto meglio ed è un bene cominciare la stagione con questo tipo di fiducia. Sento che siamo pronti per affrontare questa prima gara, abbiamo fatto una buona quantità di lavoro. Massimizziamo tutto e sappiamo cosa fare a Melbourne e questa è la cosa più importante, non ci sono grandi interrogativi e questo è positivo.”

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>