Superbollo: sarà obbligatorio per tutte le vetture con oltre 185 kW

di Riccardo Guerra 3

La nuova manovra economica del Governo Monti (battezzata “Salva-Italia”: vedremo nel tempo se sarà davvero così) è stata approvata e quindi ora possiamo parlare con maggiore certezze del cosiddetto Superbollo, la tassa supplementare riservata alla automobili considerate “di lusso”. Avevamo già annunciato che il nuovo Premier ed i suoi avrebbero intaccato, al rialzo, la norma introdotta in precedenza, durante l’anno corrente, dal Governo di Silvio Berlusconi: in questo istante possiamo analizzare nel dettaglio le caratteristiche e trarne con sicurezza giudizi positivi o negativi. Il nuovo Superbollo della manovra Monti sarà attivo da subito e sarà obbligatorio per tutti quei veicoli dotati di una potenza superiore a 185 kW, cioè 251 cavalli. Il limite, dunque, non è stato fissato a 170 kW, come avevamo anticipato qualche ora fa, ma è comunque più basso del limite di 225 kW imposto dalla manovra di Berlusconi e Co.

Tutti i proprietari di vetture con potenza superiore a questa soglia saranno obbligati a pagare 20 euro aggiuntivi per ogni kW oltre i 185: anche in questo caso, la norma è stata ritoccata al rialzo, dato che il precedente Superbollo prevedeva il pagamento di 10 euro per ogni kW oltre i 225. Questa tassa non sarà riservata alle automobili (sportive o di lusso, fate voi) immatricolate dal 2008 in poi, come annunciato da alcune chiacchiere, ma sarà obbligatoria per ogni vettura immatricolata in Italia con potenza superiore alla soglia indicata. Precisiamo: il Superbollo non si sostituisce a quello canonico, ma lo affianca.

Facendo qualche calcolo: la norma prevede che la nuova Lancia Thema V6 benzina, una berlina di segmento E che viene commercializzata a 46.900 euro (ci riferiamo all’unico allestimento disponibile, Platinum), in virtù dei suoi 286 cavalli, paghi 700 euro in più oltre al bollo tradizionale, ma che invece vetture come Infiniti FX30d (venduta a prezzi compresi tra 61.705 euro e 70.480 euro), Porsche Cayenne Diesel (64.875 euro) o BMW 730d (venduta a prezzi compresi tra 79.700 euro e 103.700 euro) non siano soggette al pagamento del Superbollo (in virtù dei loro 238 cavalli, 245 cavalli e 245 cavalli).

E neppure questa nuova norma tiene conto di svalutazione e delle vetture di seconda mano.

Photo credits | Getty Images

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>