Formula 1, Montezemolo sulla Ferrari: “Non ci arrenderemo mai”

di Moreno Commenta

Da un pò di tempo a questa parte, il lunedì è uno dei giorni più intensi della settimana vissuti dalle parti di Maranello. Dopo l’ennesimo flop stagionale timbrato in quel di Montreal nel Gran Premio di Canada, da casa Ferrari arrivano fiumi di dichiarazioni, spiegazioni e promesse, che vertono tutte sullo stesso tema: “Non molleremo mai”, “Che sfortuna”, e la famosa “Quando si sbaglia la colpa è sempre della squadra”. Dichiarazioni d’intenti che oramai sembrano sempre più il marchio di fabbrica della Scuderia di Maranello, ma che in molte occasioni sono poi state spesso accompagnate dai risultati nella gara successiva. È altrettanto vero che in questa prima parte della stagione, di momenti e periodi di crisi, la Ferrari ne ha vissuti molti, ed è quindi quasi un dovere per tutti i tifosi credere nella voglia di rivincita degli uomini in Rosso. “La nostra forza è che noi non ci arrendiamo mai. Dopo le qualifiche pensavo ad una Ferrari che con i nostri due piloti avrebbe fatto molto molto bene, nel peggiore delle ipotesi sul podio, ma anche alla vittori. Invece Alonso e Button si sono toccati con il cinquanta per cento di uscire, ed è uscito Alonso, mentre Button ha vinto. Domani sarò a Maranello perchè mi aspetto il massimo sforzo per tornare a vincere. Abbiamo visto sia a Monte Carlo che ieri una Ferrari molto competitiva. Penso e spero che lo saremo anche a Valencia, poi toccherà a circuiti impegnativi sotto il profilo dell’aerodinamica come Silverstone e stiamo lavorando perchè questo è un nostro punto debole. Io preferisco una Ferrari che si ferma e non vince ma è competitiva che una che arriva sesta o settima e non è competitiva. E’ quello che ci aspettiamo per la seconda parte della stagione, di tornare protagonisti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>