Nuova McLaren, gli inglesi nascondono la vera macchina

di Sebastiano Cucè 1


Mentre tutto il mondo ammirava la nuova McLaren MP4-27 che disputerà il campionato del mondo di Formula 1, non si è prestata attenzione ai commenti di Tim Goss, l’uomo responsabile dell’ingegneria ha svelato che la vera McLaren al completo non è questa, ma sarà aggiornata nella versione finale dopo la terza giornata di test previsti a Barcellona.

Paddy Lowe l’ha presentata come una macchina rivoluzionaria e non come semplice evoluzione della vettura precedente. Di base il progetto è lo stesso, ma il direttore tecnico ha tenuto a precisare che ogni singola area ha subito diversi miglioramenti.

A prima vista si notano gli scarichi alti che hanno portato a loro volta una nuova progettazione del naso, il quale non ha presentato l’orribile scaletta della Caterham, ma una normalissima conformazione, molto pulita e lineare. Le fiancate non sono più a forma di L, ma si presentano in una versione più semplice.

Questa vettura per molti versi sembra abbastanza simile, ma sotto sotto c’è stato un grande cambiamento. Ogni singola parte è stata valutata e ottimizzata per il peso, rigidità e prestazioni in ogni singolo aspetto” ha detto Lowe.


La ricerca della deportanza perduta è stata forse l’area nella quale tutti gli ingegneri si sono imbattuti in questo inverno. Gli scarichi bassi permettevano di sfruttare a meglio il diffusore, ma con le nuove restrizioni le squadre hanno dovuto apportare sostanziali modifiche, anche se però la McLaren ha svelato un piccolissimo punto dove è possibile inventarsi qualcosa:” C’è ancora un punto molto stretto in cui è possibile utilizzare dei gas di scarico per generare prestazioni, ma è molto, molto ridotto rispetto allo scorso anno. Inevitabilmente abbiamo cercando il modo di fare il massimo”.

Ma la notizie più importante da cogliere è data da Tim Goss. La McLaren ha imparato dall’anno scorso che quando si arriva ai test con delle innovazioni azzardate e studiate in fabbrica, si possono riscontrare brutte sorprese, ed in effetti nel 2011 la McLaren presentava degli scarichi molto particolari che furono sostituiti immediatamente dopo i test e prima dell’inizio di campionato a Melbourne.

Ci sono un sacco di parti sulla vettura che vogliamo sviluppare e noi daremo l’opportunità di farlo”, ha detto “Il primo test sarà per mettere chilometraggio alla vettura, controllando i sistemi e familiarizzare con differenti caratteristiche aerodinamiche, ma quando arriviamo alla terza prova ci sarà un pacchetto di aggiornamento significativo”. Questo rivela una scelta strategica più conservatrice, il che fa pensare che la nuova McLaren è una macchina ancora da scoprire.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>